Foglie macerate umide e accartocciate a strati posate sulla terra, sono il bruno vestito di una vecchia signora.il cuore batte tardo, impercettibile ma forte,metabolismo rallentato, nebbia fitta, capelli bianchi coprono parte del viso e poi sulle spalle. La guardo da dietro,mentre scompare.

Espressionismo astratto

Espressionismo astratto

Candy
Il vento rinfresca le mura di un paesaggio mediterraneo una persiana di rosso è chiusa
Comodamente seduti su questa poltrona riverstita di caucciu'.volgo in maniera disinvolta le spalle alla finestra,luce filtrata dalla mia figura, caleidoscopici disegni si formano sul tuo viso mentre ti parlo in armeno antico.
Progetto Pugili, Federico Scarponi

Figurativo Underground

Nella seconda metà degli anni '90 Tommaso si concentra prevalentemente sui lavori su tela, senza dimenticare le esperienze di grafica, pubblicitaria e di moda, e i graffiti del periodo precedete. Grazie a queste, il suo stile artistico è maturato e iniziano a riemergere, rielaborate e metabolizzate, tutte le suggestioni sperimentate. Grande influenza hanno la cultura metropolitana statunitense, le correnti artistiche legate alla fumettistica underground californiana ma anche i lavori di Basquiat e Picasso. Il tutto viene rielaborato in modalità artistiche originali ed inaspettate.

E' mio figlio,e' il mio orgoglio, e tutto il mio cuore.non mi ha mai chiesto nulla ha sempre dato tutto,ma ora voglio un'altra cosa. Che viva di piu' con me.
Libidine su striscia dell'ultimo cartoon.ho voglia di ammazzare,strappare e poi succhiare.sono l'ultimo vampiro,mi nutro di acetone, di sangue e mozzarelle. Vo' in giro tra le stanze dell'ultimo castello, tri dimensionale ed anche superbello. lasciatemi succhiare, uccidere triturare,sono fatto cosi, lasciatemi un po' stare.
Seduto in poltrona di velluto rosso, ciack si gira, son dentro un talk show, ho fari potenti puntati sui denti. rido beffardo al conduttore,poi faccio un versaccio diretto all regista , lui di risposta abbandona a pista. Shulz paonazzo mi dice eccheccazzo..gli prendo il microfono e lo faccio a pezzeti e col copione ci faccio i razzetti,incollo la gomma sotto il mio posto, vengo ripreso se fumo nascosto,seduto inchiodato sotto il riflettore,mi sento piu' bello di quell'attore,non sono de niro non sono de sica, mi chiamo tommaso,mi chieda mi dica.
Qui ci sono le impronte del mio gatto

Surrealismo

Sono arrivato, dopo un lungo viaggio da solo nel mare rovente.cristalli scarlatti dal lungo orizzonte, mi lasciano vedere una verde speranza.ho voglia di miele ed acqua di fonte. Raggiungo la sponda piu presto che possa.
Prima del tramonto,prima del fuoco del mio camino,prima di tutto,vorrei tornare.ho pescato abbastanza,merito il riposo,, negato da tempo, negato da me stesso. Ma ora e' diverso,sono cambiato, ho bisogno di calma, di caldo e di casa, di brodo e di mele, sara' meglio che mi affretti e per questo, non stia piu' a pensare.
L'Approdo #1 (1982, Acrilico su tela)